CAMPUS di ASTRONOMIA e di ASTROFISICA

3 - 5 dicembre

PER GLI STUDENTI DELLE SCUOLE SUPERIORI

Corsi di astronomia e astrofisica

Corso "LA NUOVA VISIONE DEL SISTEMA SOLARE"
Docente prof. Mario Di Martino
Argomenti del Corso

Negli ultimi decenni il quadro generale del Sistema Solare è molto cambiato, grazie in particolare alle esplorazioni effettuate dalle numerose sonde spaziali, che hanno ormai visitato i più importanti oggetti che formano il nostro sistema planetario. Gli studi teorici e le osservazioni hanno inoltre permesso di ampliare le nostre conoscenze sia sulla sua evoluzione dinamica sia estendendo il nostro sguardo ben al di là dell'orbita di Nettuno con la scoperta di una nuova famiglia di corpi planetari, gli oggetti transnettuniani, che popolano la Fascia di Kuiper.

Grazie all'esplorazione spaziale del Sistema Solare, altri importanti tasselli sono stati e verranno aggiunti al grande puzzle planetario. Nel corso delle lezioni, dopo un'introduzione dedicata all'evoluzione stellare e alla formazione dei sistemi planetari, verrà fatto il punto sulle attuali conoscenze e sulle prospettive nello studio del Sistema Solare, con riferimento, in particolare, ai corpi minori (asteroidi e comete) e alla loro possibile interazione con la Terra.

Corso di "ASTROBIOLOGIA, UN VIAGGIO NEL TEMPO E NELLO SPAZIO ALLA RICERCA DELLA VITA NEL COSMO"
Docente prof. Giuseppe Murante
Argomenti del Corso

La domanda se ci sia vita al di fuori del nostro Pianeta è antica forse quanto la nostra specie. Negli ultimi decenni, forse per la prima volta, siamo in grado di tentare di dare risposte scientifiche a questa domanda. Per fare questo, occorrono competenze provenienti da numerosi settori scientifici tradizionalmente non connessi tra di loro, dalla biologia all'astrofisica, dalla paleontologia alla climatologia: tutte queste scienze sono importanti per capire l'origine e l'evoluzione dell'unica biosfera che abbiamo a disposizione da studiare, la nostra.

Il corso si articola in tre capitoli. Nel primo ci occuperemo appunto del nostro pianeta e della vita che lo abita. Faremo una panoramica sulle proprietà fisico-chimiche del nostro tipo di vita, ci chiederemo se carbonio ed acqua siano l'unica possibilità di produrre una biochimica complessa ed il metabolismo che caratterizza gli esseri viventi. Affronteremo il problema dell'origine della vita dalla materia, e studieremo l'evoluzione della vita a partire dalla prima cellula sino agli animali ed ai vegetali complessi.

Nel secondo capitolo inizierà il nostro viaggio nello spazio: ci guarderemo attorno nel nostro sistema solare, alla ricerca di luoghi ospitali - o non troppo inospitali - per la vita, daremo un'occhiata ai più interessanti, da Marte alle lune di Giove e Saturno, e cercheremo di capire se in breve tempo, forse uno o due decenni, la razza umana possa trovare segni inequivocabili di forme di vita non terrestri. Il terzo capitolo ci porterà invece molto più lontano, nel mondo affascinante e inusuale dei pianeti extra-solari, il primo dei quali fu scoperto solo nel 1996. Da allora ne abbiamo individuati migliaia: ci occuperemo dei metodi che usiamo per trovarli, studieremo le loro caratteristiche, e vedremo come sia possibile, anche dall'enorme distanza che ci separa da loro, determinare la probabilità che siano abitati. Parleremo del loro clima e dell'importanza del medesimo per l'abitabilità. Infine, studieremo con quali metodi e strumenti si potrà evincere la presenza di vita su questi mondi remoti, anche qui nei prossimi decenni. Ci porremo infine alcune domande più speculative. Cosa significherà trovare, o non trovare, segni di vita nel Cosmo? E potremo mai incontrare non solo vita, ma intelligenza, al di fuori del nostro pianeta?

Corso di "I SEGRETI DELLA COSTANTE DI HUBBLE: COSMOLOGIE A CONFRONTO"
Docente Prof. Luca Zangrilli
Argomenti del Corso

La costante di Hubble ci fornisce informazioni fondamentali sull'espansione dell'Universo e la sua geometria. Conoscerne il valore preciso si è rivelato un'impresa tanto ardua quanto decisiva per la Cosmologia attuale, e le difficoltà incontrate hanno messo in luce nuovi possibili scenari, anche a livello di fisica fondamentale. L'obbiettivo di queste lezioni è quello di chiarire il ruolo che tale costante ha nell'interpretazione delle osservazioni cosmologiche, e il significato della cosiddetta tensione che si è venuta a verificare tra i diversi modi di misurarla. Verranno infine discusse alcune delle implicazioni più suggestive per i modelli del nostro Universo.